• Avatar of francesca visintin

    Terzo Focus Group locale organizzato da CETA

    da francesca visintin

    Luglio 29, 2013

    CETA ha organizzato il Terzo biogas del progetto GovernEE il Mercoledì 19 Giugno 2013 a 3 p.m in Udine, c / o il FRIULI FUTURE FORUM sala riunioni della Camera di Commercio, Industria e Artigianato di Udine.

    Il programma della manifestazione è stato articolato nelle seguenti presentazioni:

    • Francesca Visintin dal CETA ha introdotto il progetto GovernEE, dando una panoramica del partenariato, gli obiettivi del progetto, i piloti, i risultati e le lezioni apprese. Lo scopo di questa presentazione è di condividere i risultati e le lezioni apprese con lo stakeholder che durante e dopo il progetto potrebbe avere beneficio dai risultati. Particolare attenzione è stata data alla descrizione delle piloti:
      • Pilot 1 interessante Hódmezővásárhely (H) / Burgenlandkreis (D) / Praga (CZ) come considerare il tool ICT al contatore dell'energia, acqua, consumi di calore negli edifici pubblici
      • Pilot 2 interessante Quedlinburg (D) riguarda l'installazione dei pannelli fotovoltaici integrati elevati
      • Pilot 3 interessante Bologna (I) per quanto riguarda le misure di isolamento del tetto e delle finestre
      • Pilot 4 interessante di partenariato e di svolgimento delle attività didattiche e di coaching per i Decisori, Dotazione manager, e Personale.

      Il risultati principali era stata introdotta:

      • Il Toolkit (poi più profonda descritta da Lella Bigatti)
      • Il sistema di monitoraggio e la valutazione finanziaria (WP 335)
      • Le raccomandazioni politiche (WP 351-352)
      • Lo studio di fattibilità transnazionale (Descritto in seguito da Elisa Tomasinsig più profondo)
      • I piani d'azione locali per l'efficienza energetica (WP 333)
      • La Dichiarazione di intenti (WP 337)
    • Francesco Tutino dal Comune di Bologna ha introdotto il pilot of Palazzo d’Accursio – Sala degli Stemmi (WP 433) e alcuni principali risultati del progetto 3encult che integra il progetto GovernEE.
    • Lella Bigatti da LaEscoDelSole esperto esterno del Comune di Bologna ha introdotto il toolkit (WP 338) che si sviluppa in 10 fasi principali i temi fondamentali per affrontare: da aspetti organizzativi degli uffici, di strumenti operativi per la verifica, monitoraggio e contratti necessari per una buona gestione. Il primo livello fornisce una rapida panoramica del tema, per ogni passo, e fornisce la necessaria contenuto strategico, in un breve ma concisa scheda esplicativa. Ogni scheda contiene solitamente due sezioni: uno per gli edifici pubblici e una per gli edifici storici pubblici. Il secondo livello fornisce maggiori dettagli sul tema, andare in profondità nelle spiegazioni e contenuti.
    • Elisa Tomasinsig dal CETA introdotto il Studio di fattibilità transnazionale sulle possibilità di efficienza energetica e lo sfruttamento efficiente di fonti energetiche rinnovabili (RES) nel riscaldamento degli edifici storici (WP 431).

    Il biogas è stato molto interessante e costruttivo. 39 persone hanno partecipato alla riunione provenienti da adimistrations pubblici, agenzie e insititutions finanziari.

    Alcune foto dell'evento sono riportati di seguito.

    2013-06-19 16.24.03 2013-06-19 15.50.31 2013-06-19 15.23.47 2013-06-19 15.19.39 2013-06-19 15.19.07 2013-06-19 17.03.50

  • Avatar of Patrizia Marani

    Migliorare le prestazioni energetiche negli edifici storici: casi di studio europei a confronto, Bologna 5 marzo

    da Patrizia Marani

    Febbraio 27, 2014

    I risultati del progetto GovernEE saranno presentati all’incontro Migliorare le prestazioni energetiche negli edifici storici: casi di studio europei a confronto che si tiene mercoledì 5 marzo, a partire dalle ore 16,30, presso l’Urban Center di Bologna.

    Durante l’incontro saranno illustrati le indagini e gli interventi di miglioramento della performance energetica di edifici pubblici e storici effettuati nell’ambito di alcuni progetti europei.

    A conclusione dei lavori, una presentazione di quanto previsto in materia di riqualificazione energetica degli edifici all’interno del Piano d’azione triennale della Regione Emilia-Romagna.

  • Avatar of francesca visintin

    GOVERNEE Good Governance in Energy Efficiency - Integrare le fonti energetiche rinnovabili ed incrementare l’efficienza energetica degli edifici storici

    da francesca visintin

    Febbraio 07, 2014

    Comunità’ Sostenibili a Nordest: programmazione, innovazione ed efficienza

    Il futuro del Nordest sono le smart communities e le smart cities: le comunità intelligenti, efficienti ed innovative. Un futuro nel quale la leadership sta in capo ai Comuni e alle loro aggregazioni, alla loro capacità di sviluppare soluzioni inedite che catalizzino anche il settore industriale e finanziario. Un futuro basato sulle reti (informatiche, elettriche, infrastrutturali, culturali e socio-sanitarie) e sullo sviluppo sostenibile. Obiettivi sui quali l’Europa è pronta, da qua al 2020, a investire parecchie risorse, che richiedono però di essere sfruttate.

    Si parlerà di questo nei due giorni di lavori previsti a Padova il 30 e 31 gennaio nella sede della Camera di Commercio in piazza Insurrezione.

    La quinta edizione di GreeNordEst, l’appuntamento con lo sviluppo sostenibile organizzato dal portale Energheia Magazine, quest’anno propone una riflessione di alto livello, sviluppata su tre assi fondamentali: tecnologico, economico-finanziario e modelli di governance.

    L’iniziativa si rivolge a pubbliche amministrazioni, utilities, aziende e realtà impegnate nei settori dell’efficienza energetica ed energie rinnovabili, dell’edilizia e della progettazione, dell’impiantistica-ICT, del manifatturiero, dell’agricoltura, dell’urbanistica, della finanza, così come coinvolge università e associazioni di categoria.

    Scarica la presentazione: CETA_Visintin_slides.pptx

  • Avatar of francesca visintin

    Progetto pilota ecologico, accompagnato da un supporto scientifico - Lange Gasse 7 a Quedlinburg

    da francesca visintin

    Settembre 25, 2013

    Dopo la fondazione della tedesca Timber Frame Centro Quedlinburg 1999 con il patrocinio del ZHD Fulda, il Centro costituisce come associazione no-profit indipendente, ora sotto il patrocinio della Fondazione tedesca per la tutela dei monumenti, the State Saxony-Anhalt and the municipality Quedlinburg, sostenuto dalla BauBeCon Sanierungsträger GmbH e il Nord / LB State Bank Sassonia- Indicazione. Al momento ci sono 9 dipendenti a tempo indeterminato, 2 tirocinanti e 5-6 un anno i volontari che operano nel campo della conservazione storica in diversi progetti, e.g. in conservazione e manutenzione storico e nella documentazione della struttura storica. Accanto alla storica rilievo architettonico (e.g. castello Stolberg, Case St Priest. Jacobi in Lubecca), un sondaggio di costruzione del suono, l'ecologico e sostanza prevenzione riabilitazione e restauro di edifici storici e di elementi da costruzione in collaborazione con i partecipanti della loggia del scalpellini 'per i giovani e con i nostri apprendisti falegname siamo impegnati anche in progetti contemporaneamente con il progresso di costruzione, attuazione e valutazione di indagini scientifiche insieme con altri partner.(e.g. Goldstr. 25 e cottage Klopstock-estate in Quedlinburg).

    Questi risultati dovrebbero essere utilizzati a beneficio dei presidi, progettisti e committenti, che si confrontano per retrofitting e monumento protezione. Uno di questi progetti di ricerca saranno presentati di seguito.

    downlaod l'intero documento da qui: EngVeröffentlichung LaGa7 con immagini 1

  • Avatar of francesca visintin

    Energieeffizienz und Energieeinsparung in historischen denkmalgeschuetzen Gebaeuden UNESCO Welterbe Quedlinburg

    da francesca visintin

    Settembre 25, 2013

    Il seguente restauro casi data da anni 2000-2012. Essi sono stati realizzati nel Unesco
    Patrimonio storico di Quedlinburg da studi di architettura residenti localmente. La maggior parte del interessato
    edifici erano precedentemente rimasta vuota per molti anni ed erano quindi in un cattivo o addirittura
    stato rovinoso. A causa di questa, soluzioni legate all'energia sono stati parte integrante della complessiva
    sforzo di ristrutturazione che mira a una conservazione a lungo termine e di un andamento economico
    di questi monumenti.
    Gli esempi di buone pratiche qui presentate sono state realizzate con un budget modesto di 1.000-1.500 € / mq
    area utilizzata (costo di costruzione incl. 19% IVA, escl. costi accessori). Sono un esempio del "standard"
    restauri di cui lezioni possono ovviamente essere applicate a casi simili in posizioni comparabili
    anche.

    Si prega di downlaod il ppt da qui: Broschüre deutsch gesamt
    Plakat in tedesco Plakat
    Plakat in İngilizce Plakatenglisch

  • Avatar of Patrizia Marani

    Fondi UE 2014-2020: investimenti energetici sostenibili in città

    da Patrizia Marani

    Settembre 17, 2013

    Il Patto dei Sindaci organizza un dibattito per presentare e discutere le nuove opportunità per l'energia sostenibile nell'ambito del prossimo 2014-2020 Periodo finanziario pluriennale dell'UE, consentendo Patto dei Sindaci città firmatarie di realizzare l'efficienza energetica locale e investimenti nelle energie rinnovabili, commessi nel loro piani di azione per l'energia sostenibile (SEAP). Gli approcci più efficaci che consentano una transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio testato durante i precedenti periodi di programmazione saranno esposti. Saranno discussi approcci nuovi e innovativi, inclusi partenariati con i cittadini, settore privato e le istituzioni finanziarie. Effetto positivo di supporto tecnico e metodologico, nonché creazione di reti facilitate da province, Saranno inoltre dimostrato le regioni e le associazioni delle città.

    Il dibattito si svolgerà a Bruxelles il 9 Ottobre 2013.

    Per ulteriori informazioni consultare http://www.covenantofmayors.eu / agenda_en.html?id_event = 753

  • Avatar of tutino

    Polar Bear Morto

    da tutino

    Agosto 30, 2013

    È questo orso polare affamato che è morto come 'pelle e ossa' la 'prova categorica’ che il cambiamento climatico sta spazzando via le specie?

    • Gli esperti hanno trovato la carcassa di un orso polare alle Svalbard nel Mar Glaciale Artico
    • La mancanza di ghiaccio marino e sigilli costretto l'orso per cercare più lontano per il cibo
    • Gli scienziati sostengono il cambiamento climatico ha ridotto ghiacci ai minimi storici ed è la colpa per la morte di questo animale
    • Ma alcuni esperti aggiungono che gli scambi commerciali in Canada è anche la colpa per cui i numeri di orso polare


    Read more: http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-2385930/Starved-polar-bear-dead-Norway-categorical-proof-climate-change-wiping-species-say-experts.html#ixzz2dUHw0z3o
    Seguici: @ MailOnline su Twitter | DailyMail su Facebook

  • Avatar of tutino

    2013 Energy day in Bologna

    da tutino

    Agosto 30, 2013

    _DAN6439_DAN6433

  • Avatar of tutino

    Formazione GovernEE per Decision Maker and Facility manager

    da tutino

    Agosto 30, 2013

    _DAN6342IMG_1625IMG_1637IMG_1654_DAN6344

  • Avatar of tutino

    Il PAES del Comune di Bologna è stato premiato al concorso per il miglior SEAP italiano

    da tutino

    Agosto 30, 2013

    Il SEAP - Piano d'azione per l'energia sostenibile - del Comune di Bologna è stato assegnatozione del concorso per il migliore Italiano SEAP, sponsorizzato da Alleanza per il Clima in collaborazione con Kyoto Club.
    Il
    Bologna Paes ha vinto il primopremio nella categoria “grandecittà(Comuni conoltre 90,000abitanti) fra 80 partecipanti al concorso.

    Il SEAP di Bolognasi è distintaper aver attuato un processo di di partecipazione effettiva di oltre 120 stakeholder, sia pubblici che privati, della città.Di questi, 40 anche avere firmato il protocollo, impegnandosi infatti a partecipare attivamente alla la fase di attuazionedel piano.

    In 2008 il Comune di Bologna aderito al Patto europeo dei sindaci che si è impegnato a ridurre le emissioni di CO2 del suo territorio da parte di almeno 20% da 2020.
    Per perseguire questo obiettivo maggio 2012 il Consiglio Comunale ha approvato il SEAP che descrive il contesto e l'inventario dettagliato delle emissioni per settore, illustra le attività già sviluppate e in corso e delinea gli obiettivi, linee di azione e le azioni da attuare nei prossimi anni. Le principali aree di intervento sono 6:

    1. edifici residenziali
    2. settore dei servizieproduzione
    3. produzione di energia
    4. mobilità
    5. edifici pubblicie di illuminazione pubblica

    Agire in queste aree cittadini involvemeny è essenziale. Pertanto su 2012 il Comune ha avviato il processo di coinvolgimento degli stakeholder, e in particulardegli attori economici e le loro organizzazioni. Il percorso portato per la firma della “Memorandum di Capire per l'attuazione del SEAPe l'inizio dei progetti di implementazione promosso da diversi attori attraverso territorio.

    Grazie alla partecipazione di GovernEE, potremmo discutere sul tema della EE in edifici pubblici durante le riunioni del SEAP e, in particolare, si richiama l'attenzione per gli edifici storici di un vasto gruppo di attori locali.

     

  • Avatar of francesca visintin

    Brochure finale e newsletter

    da francesca visintin

    Agosto 30, 2013

    E’ scaricabile dal sito la brochure finale e la newsletter del progetto.

    Brochure finale Final_brochure_it
    Newsletter GovernEE 6th Newsletter_IT

3

utenti online adesso

Non ci sono in programma Focus Group locale

Our Mission
GovernEE mira a razionalizzare il consumo di energia negli edifici pubblici, con un focus particolare su edifici storici, per affrontare il problema dal punto di vista del buon governo: l'uso di interventi di efficienza energetica e fonti rinnovabili è fondamentale.
- Per ulteriori informazioni
sul sito ufficiale Progetto Sito Web

Progetto flusso di lavoro.

  • studi preparatori preparatory studies
    La fase di studi preparatori è costituito da una analisi ex ante dell'efficienza energetica negli edifici pubblici delle città partner, attraverso una valutazione intersettoriale e la valutazione dei progetti di energia esistenti e le strategie in materia di riscaldamento pubblica relativa a programmi finanziati dall'UE; inoltre in questa fase una stima potenziale per quanto riguarda l'efficienza energetica nel riscaldamento degli edifici esaminando anche le abitudini degli utenti viene effettuata in collaborazione con un sondaggio internazionale sulla innovative fonti energetiche alternative nel teleriscaldamento.
  • Rafforzare la responsabilità pubblica GUIDELINES
    In questa fase le linee guida per l'incorporazione di consapevolezza dell'energia nelle politiche delle istituzioni comunali elaborato in collaborazione con le linee guida per l'efficienza energetica impegno che obbligano i fornitori di energia di grandi dimensioni per risparmiare energia con i propri utenti; anche una strategia globale per modellare l'atteggiamento pubblico al risparmio energetico e l'efficienza energetica è incluso in questa fase del progetto.
  • Attraversare settoriale toolkit strategica TOOLKIT
    In una prima fase legale comune, orientamenti finanziari e amministrativi sono elaborati; parametri di riferimento in una seconda fase per gli studi di fattibilità per l'efficienza energetica in materia di efficienza energetica e l'uso delle fonti rinnovabili per un efficace gara relative al riscaldamento pubblico sono prodotti; poi, i piani di azione locale (linee guida e realizzazione in ogni città PP)sono finalizzati. Un programma a lungo termine in materia di ricerca in materia di efficienza energetica e l'innovazione nel riscaldamento pubblico è un lavoro trasversale che mira a dare indicazioni per i progetti futuri e le strategie. Un utensile viene sviluppato: il sistema di monitoraggio e il quadro di valutazione per accertare e valutare l'efficienza energetica in riscaldamento pubblico, preparato come strumento di excel. Nel toolkit anche una guida per il risparmio energetico e il miglioramento EE in edifici storici è prodotta. In questa azione è prevista anche la dichiarazione sottoscritta da tutti i sindaci delle città partner, che hanno intenzione di utilizzare fonti rinnovabili e ridurre il loro fabbisogno energetico conformità ai requisiti UE. Il toolkit integrato transnazionale e intersettoriale con i piani di azione in materia di EE negli edifici pubblici e storici, concentrandosi su riscaldamento è finalizzato a tutte le questioni di cui sopra.
  • La conoscenza della rete LOCAL ACTION PLANS
    per impostare la rete di conoscenza del progetto, studi preliminari sulla struttura e il funzionamento di rete di conoscenze e di centri di competenza sono raccolti ed elaborati; ogni partner impostare e organizza i focus group locali (due per ogni socio) dove temi del progetto e l'efficienza energetica e le questioni di risparmio energetico sono discussi con le parti interessate invitati. La realizzazione del Centro di Competenza in linea (occ) è passo importante per condividere le conoscenze e favorire lo scambio di know-how e la soluzione dei problemi sul web. La strategia di condivisione delle conoscenze sviluppato fornisce basi per il funzionamento della rete di conoscenza per l'identificazione e il coinvolgimento delle parti interessate e per la diffusione dei risultati del progetto.
  • Raccomandazioni politiche AGREEMENTS
    Le raccomandazioni politiche settoriali trasversali (sia per edifici pubblici ed edifici storici) sono raccomandazioni per l'Amministrazione, questioni legali e finanziarie verso lo sviluppo di un processo decisionale efficace e processi di pianificazione in materia di efficienza energetica in riscaldamento pubblico, con le specifiche per il miglioramento in blocchi storici (concentrarsi su ciò che richiede interventi specifici volti a colmare le lacune legislative).
  • Pilota                          PILOT PROJECTS
    La realizzazione dei piloti ha una fase di preparazione con la raccolta delle migliori pratiche relative alla misurazione e monitoraggio dell'efficienza energetica con l'indagine sui modelli esistenti dell'UE per migliorare l'efficienza energetica negli edifici storici. Il primo pilota è il pilota ICT realizzato nelle città partner in Ungheria, Germania e Praga, dove si realizza sistemi ICT e applicata per raccogliere ed elaborare i dati relativi ai consumi di energia dei comuni con sviluppato congiuntamente da ICT cluster e l'obiettivo di migliorare il processo decisionale competenze. I piloti secondo e terzo sono le seguenti: sperimentazione di pannelli fotovoltaici in un edificio storico a Quedlinburg e collaudo di materiali da costruzione in un edificio storico a Bologna per promuovere l'efficienza energetica: questi piloti sono seguite da fatti su misura locali piani energetici a livello di parti a Quedlinburg e Bologna. Il pilota ultimo è relativo al miglioramento delle competenze dei decisori locali attraverso attività di formazione e coaching: decisori, facility manager e il personale delle istituzioni comunali sono addestrati su EE loro sensibilizzazione e rafforzare la loro responsabilità, in quanto elemento essenziale di una buona governance.